Gdf, capi 'griffati' con file dei marchi

Un appartamento al quarto piano dell'Hotel House a Porto Recanati era stato trasformato in un laboratorio clandestino per il confezionamento di capi d'abbigliamento contraffatti. Lo ha scoperto la locale tenenza della Guardia di Finanza che vi ha rivenuto capi d'abbigliamento già pronti e confezionati per la commercializzazione con marchi falsificati delle più note griffe oltre a etichette e altro materiale per trasformare un capo anonimo in uno 'firmato'. Denunciato un 46enne senegalese, in regola con il permesso di soggiorno, residente nel grattacielo multietnico, in possesso di una partita Iva per il commercio ambulante di bigiotteria. In tutto sono stati sequestrati 135 articoli, una macchina da cucire, una ricamatrice elettronica (del valore di 1.500 euro) completa di 'pennetta' Usb con i file immagine di loghi delle più note case di moda: con l'attrezzatura era possibile replicare su qualsiasi tessuto i marchi delle più note griffe d'abbigliamento.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Corriere Adriatico
  2. Corriere Adriatico
  3. Ancona Today
  4. Ancona Today
  5. Ancona Today

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Agugliano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...